data: 07.06.2011

Italiani alle urne. Il 12 e il 13 giugno si vota per il referendum

 

Per la terza volta consecutiva molti italiani andranno alle urne.  Dalle amministrative passiamo al referendum. Ne parliamo perché uno tra i quesiti ci sta molto a cuore: quello sul nucleare.

Vogliamo sostenere la nostra campagna  e la nostra mission: creare un mondo sostenibile.

Dopo la conferma che Germania e Svizzera chiuderanno i loro reattori, gli italiani sono chiamati a decidere sul futuro energetico del nostro Paese. La complessità di questo referendum dipende dall’attuale situazione politica. Dopo 17 anni di governo di destra, le elezioni amministrative hanno portato alla luce la volontà di cambiamento degli italiani. E’ plausibile pensare che per molti andare, o non andare, a votare sia una scelta politica.

Sbagliato.

Gli italiani devono andare alle urne perché da questo referendum potrebbe cambiare la politica energetica e sociale, oltre al modello di sviluppo economico italiano. Aprire centrali nucleari in Italia deve essere una scelta consapevole perché inciderà pesantemente  sull’ambiente e sulla salute di noi cittadini.

Michele Santoro, durante l’ultima puntata di Annozero,  ha mandato in onda su reportage sugli effetti causati dalla radiazioni nucleari. A distanza di 25 anni la zona attorno alla vecchia centrale di Chernobyl è ancora radioattiva.
 
Marghertita Hack, ospite di L’Infedele, ha dichiarato che voterà “SI” per dire “NO” al nucleare in Italia. Una scelta che molti hanno interpretato come paradossale, visto che la Hack sostiene da anni e anni l’energia atomica. Qui, puoi seguire il suo intervento durante la trasmissione e approfondire le ragioni personali e politiche che l’hanno portata a prendere questa posizione. Noi però vogliamo spostare la tua attenzione sul valore della ricerca che, in ogni caso, non può essere fermata.

Nucleare e rinnovabili hanno bisogno di sviluppare capacità produttiva e sicurezza per garantire sviluppo economico e sostenibilità dei processi produttivi nei prossimi anni. Questo non significa che in futuro nucleare e idroelettrico, fotovoltaico, eolico, geotermia e biomasse non possano convivere, ma che scegliere il nucleare oggi non è sicuro e proficuo. Noi guardiamo avanti. Abbiamo scelto le rinnovabili.

Votiamo “SI” per dire “NO”. Tu?

Aiutaci a sostenere la nostra campagna.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi a Delicious

Inserisci un commento




BIUquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading


Energy Resources S.r.l.
Via Ignazio Silone, 10 - 60035 Jesi (AN)
PI 02286940420 | tel 0731.616811, fax 071.616891, email: info@energyresources.it
Ideazione, progettazione grafica e sviluppo tecnico a cura di:
via Sandro Totti 12/A, 60131 Ancona (AN) Italy, tel 071.2412233