data: 01.06.2011

Auto elettriche. Il mercato avanza, gli incentivi?

Il mondo delle auto elettriche è in pieno fermento.

Anche se il mercato italiano non è ancora partito, ci sono già tantissimi progetti Made in Italy che vogliono sensibilizzare imprese e cittadini su questo importante cambiamento che ci attende.
Uno tra i più importanti è Corrente in Movimento, il primo giro d’Italia 100% elettrico.

Nonostante i buoni propositi già dimostrati da alcune aziende e Pubbliche Amministrazioni (tra cui Roma e Parma), l’Italia rimane l’unico Paese europeo che non ancora attivato incentivi all’acquisto di un mezzo elettrico, elemento essenziale per lo sviluppo di un mercato così giovane e così importante.

Era la fine di febbraio quando leggevamo il disegno di legge presentato da Ghiglia, sottoscritto da 170 parlamentari, con il quale si prevedeva lo sviluppo della mobilità elettrica attraverso un piano di interventi:

  • incentivi di 5 mila euro per l'acquisto di veicoli a zero emissioni
  • copertura del 50% delle spese per le infrastrutture sostenute dalle amministrazioni locali
  • serie di vantaggi fiscali per i clienti, privati e aziende, che acquistano veicoli elettrici e che installano le colonnine di ricarica
  • tariffe vantaggiose per le ricariche delle batterie
  • obbligo, per gli edifici di nuova costruzione e in restauro, di dotarsi di infrastrutture per la ricarica

A sollecitare la questione, ancora in sospeso, questa volta ci ha pensato Gianni Filipponi, Direttore Generale dell’Unrae, che dopo la definitiva presa di posizione di Angela Merkel sui piani di sviluppo della mobilità a zero emissioni in Germania, lancia un appello ai nostri rappresentanti in Governo e Parlamento chiedendo una veloce attivazione degli incentivi all’acquisto dei veicoli elettrici. Passo necessario per raggiungere gli altri Paesi membri dell’UE che sono già partiti su questo fronte.

L'unica agevolazione che oggi è prevista in Italia per chi acquista un veicolo elettrcio è l'esenzione dal pagamento del bollo per i cinque anni successivi all'immatricolazione. A partire dal sesto anno viene applicata una riduzione del 75%, anche se alcune regioni come Lombardia e Piemonte prevedono l’esenzione totale permanente. Per alcune auto è prevista anche una riduzione dell'assicurazione fino al 75%.

Infatti, nonostante i veicoli a trazione elettrica garantisco un risparmio economico effettivo nel medio periodo grazie a bassi costi di manutenzione e ricarica, soprattutto per chi è in possesso di un impianto fotovoltaico, gli incentivi all’acquisto sono fondamentali per aumentare le vendite e abbassare i costi di produzione.

Per il 2012 sono previste novità. Noi ci crediamo.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Aggiungi a Delicious

Inserisci un commento




BIUquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading


Energy Resources S.r.l.
Via Ignazio Silone, 10 - 60035 Jesi (AN)
PI 02286940420 | tel 0731.616811, fax 071.616891, email: info@energyresources.it
Ideazione, progettazione grafica e sviluppo tecnico a cura di:
via Sandro Totti 12/A, 60131 Ancona (AN) Italy, tel 071.2412233